MODIFICHE ALLA REGOLA 3, APPLICAZIONE NEI CAMPIONATI SUPER 10 E SERIE A Stampa
La FIR Informa - News
Mercoledì 26 Agosto 2009 08:16
La Federazione Italiana Rugby, a seguito dello Special Meeting dell’International Rugby Board tenutosi a Dublino in data 28 luglio 2009 che ha deliberato delle variazioni specifiche alla regola 3 (Numero di giocatori/La Squadra), rende nota la proposta di applicazione per i Campionati di Super 10 e Serie A 2009/2010 per quanto concerne la regola 3.15 e la possibilità di inserire nella lista-gara un massimo di ventitré giocatori.

A partire dalla S.S. 2009/2010 e limitatamente ai Campionati di Super 10, Serie A Girone 1 e Serie A Girone 2, ogni squadra avrà la possibilità di iscrivere fino a un massimo di ventitré giocatori nel foglio gara. Il ventitreesimo giocatore dovrà indossare la maglia numero 23 e dovrà obbligatoriamente essere un giocatore di prima linea, con l’adeguata esperienza e preparazione a ricoprire tale ruolo.

Ogni Squadra che inserisca ventitré giocatori nel foglio gara avrà così a disposizione una prima linea di riserva completa, con un pilone sinistro, un pilone destro e un tallonatore in grado di rimpiazzare i pari-ruolo inseriti nel XV titolare. Degli otto atleti iscritti come sostituti nel foglio gara, solo sette potranno essere utilizzati nel corso dello stesso incontro.

La Squadra che iscriverà ventidue giocatori nel foglio gara potrà continuare a farlo nel rispetto della regola 3.5, che prevede l’inserimento di minimo due giocatori di prima linea tra i sette di riserva.

Per quanto riguarda il ricorso a mischie no-contest come risultato della mancanza di un giocatore di prima linea adeguatamente preparato nel corso di un incontro di Super 10 o Serie A, la Squadra il cui giocatore infortunato ha causato la necessità delle mischie senza contesa , indipendentemente dal fatto di avere ventidue o ventitré giocatori nel foglio gara, non potrà sostituire tale giocatore e dovrà proseguire l’incontro in quattordici.

La stessa norma sarà applicata anche nel caso vi sia un giocatore di 1^ linea con ferita sanguinante che esce temporaneamente per farsi medicare. Fino al suo rientro si giocheranno mischie senza contesa e tale giocatore non potrà essere rimpiazzato. La norma di cui sopra non si applica nel caso la squadra sia in grado di rimpiazzare il giocatore infortunato con un’altro giocatore di 1^ linea precedentemente sostituito per motivi tecnici, oppure sia in grado di rimpiazzarlo con un altro giocatore, avente l’adeguata preparazione ed esperienza, tra quelli ancora in campo di gioco.

Le mischie no-contest dovranno essere comunque giocate da otto giocatori per squadra, anche se il giocatore di prima linea infortunato non è stato sostituito.