FIR DIVENTA SOCIO PARITARIO DI CELTIC RUGBY DAC Stampa
Slide
Venerdì 22 Maggio 2020 11:23

 

fotosportit 79796 prIL PRESIDENTE GAVAZZI: “RIFLESSI POSITIVI SU TUTTO IL MOVIMENTO ITALIANO”

La Federazione Italiana Rugby entra oggi a far parte, in qualità di socio paritario, di Celtic Rugby DAC, l’ente responsabile dell’organizzazione del Guinness PRO14 Rugby Championship.

L’ingresso di FIR nel novero dei soci proprietari dell’organizzazione responsabile del Guinness PRO14 Rugby Championship - al fianco di Irish Rugby Football Union, Scottish Rugby Union e Welsh Rugby Union - si inserisce all’interno dell’accordo di partnership tra Celtic Rugby DAC e CVC Capital Partners Fund VII ufficializzato quest’oggi.

 

CLICCA QUI PER IL COMUNICATO STAMPA DI CELTIC RUGBY DAC

Alfredo Gavazzi, Presidente della Federazione Italiana Rugby, ha dichiarato: “L’ingresso di FIR tra i soci paritari di Celtic Rugby DAC completa un lungo percorso e consolida sensibilmente la posizione del nostro movimento sulla scena europea”. 

“In un momento storico particolare e complesso come quello che stiamo attraversando, questo accordo ci permette di proseguire nel processo di crescita del rugby nel nostro Paese ad ogni livello, ripercuotendosi positivamente non solo sulle nostre franchigie Benetton Rugby e Zebre Rugby Club che prendono parte al torneo ma, più in generale, sullo sviluppo armonico di tutto il rugby italiano, dalla base al vertice”.

“Dopo dieci anni di partecipazione al Guinness PRO14, l’ufficializzazione del nostro nuovo posizionamento all’interno di Celtic Rugby DAC è un forte tributo al lavoro di tutti coloro che hanno creduto al modello che abbiamo scelto per il nostro Paese e che lavorano quotidianamente per rendere sempre più competitivo tutto il rugby italiano”. 

"Ringrazio i colleghi delle Federazioni socie di Celtic Rugby DAC, il CEO di PRO14 Martin Anayi e l’intero Board che ci hanno supportato in questi anni e che, sin dal nostro approdo nel torneo, sanno di poter contare sul massimo impegno di FIR e delle sue franchigie per lo sviluppo di una grande competizione internazionale come il Guinness PRO14”.